Sulla via del traguardo della sua ultima avventura Guido Guerini, protagonista della spedizione Torino-Pechino2018, fa un’ultima tappa del tour presso l’impianto biogas di San Lorenzo (BZ). Il progetto è stato realizzato da BTS Biogas per il Consorzio agrario “Bioenergie Bruneck” che conta 87 membri ed è pioniere nella produzione di energia rinnovabile. L’impianto è operante dal 2008, ha una potenza installata di 1 MW e viene alimentato in modo virtuoso con il liquame bovino ed il letame conferito dai consorziati.

Successivamente Guido è tornato allo stabilimento BTS Biogas di Affi in provincia di Verona, luogo dove è partita la nostra collaborazione. Il tour ha visto il suo via il 16 giugno 2018 da Piazza San Carlo a Torino, e Guido, nonostante la stanchezza mostra sempre tutto il suo entusiasmo per la traversata che lo ha visto coinvolto in tutti gli aspetti organizzativi, pratici ed “etici” del progetto. Pilota di rally, ha sempre amato viaggiare e porsi nuove sfide. Lo scopo di questo sua avventura è stato quello di sostenere una nuova alimentazione dei motori sempre più ecologica, verso l’esclusivo utilizzo di biometano.

Tutto questo spiega la vicinanza con BTS BIOGAS, che ha trovato in Guido una forte condivisione nella visione del mondo dei trasporti e delle necessarie prospettive di più ampio respiro. BTS si è subito proposta come main sponsor di questo progetto, tanto da invitare Guido, ancora prima della partenza, con il suo pick Up Dual Fuel alla 13^ edizione di infoBIOGAS, come abbiamo raccontato nell’articolo “BTS è con Torino-Pechino 2018 .In questa occasione si è parlato molto del nuovo decreto e dei sistemi di incentivazione e produzione del biometano e con grande piacere abbiamo ospitato Guido, che ci prometteva di portare la nostra visione in 26 stati, varcando oltre 44 confini.

Quattro sono stati i mesi di viaggio, per un totale di 40.691 Km complessivi dell’avventura: 33.290 sono i chilometri percorsi con il supporto del metano compresso, circa l’82% del viaggio, con risparmio del 32% sui costi ed un grande abbattimento in termini di emissioni di CO2.

È rimasta molto impressa nella sua memoria la solidarietà delle persone, la voglia di aiutare senza paure il progetto di un viaggio sostenibile. Molto belle in questo senso le parole che Guido stesso usa per raccontarci quello che ha vissuto. “La solidarietà e l’aiuto reciproco è una legge non scritta in Oriente” ci dice. “Solidarietà non significa solo aiuti pratici ma anche supporto morale: molte persone mi hanno sostenuto con mail, sms, sui social; questo stupore ed interesse generale mi spinge alla stesura di un diario di viaggio che presto sarà reso pubblico”.

Un mondo interessato dunque al biometano ma ancora non preparato: solo alcuni impianti in Francia e in qualche nazione europea fornivano puramente biometano, il resto era metano da giacimento.

Attraversare l’intero continente euro-asiatico con un mezzo diesel dual fuel metano/biometano è una grande impresa, ma Guido non ha intenzione di fermarsi: “la nuova scommessa” dice “sarà  di ripeter lo stesso viaggio, tra 5 o 10 anni, con l’obbligo di usare unicamente il biometano”.  Sicuramente BTS Biogas sosterrà Guido nelle sue imprese, continuando a lavorare nel portare il proprio contributo tecnico e sociale per la salvaguardia del nostro pianeta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment