Approvate dal Comitato tecnico Consultivo Biocarburanti il 12 giugno, il GSE ha pubblicato entro i termini concessi le Procedure Applicative DM 2 marzo 2018 (decreto biometano).

Queste ultime sono necessarie per la qualifica degli impianti di produzione e l’incentivazione del biometano e degli altri biocarburanti avanzati utilizzati nei trasporti.

È possibile scaricare le procedure dal sito GSE alla pagina https://goo.gl/kxvcoj

Il Gestore ha reso noto che dalle ore 12 del 2 luglio 2018 esclusivamente per via telematica è possibile presentare richiesta di qualifica, mediante l’applicazione informatica denominata Biometano (già in uso per le richieste di qualifica ai sensi del Decreto 5 dicembre 2013), accessibile attraverso l’Area Clienti del GSE.

È stata inoltre aggiornata la sezione del sito web del GSE “Rinnovabili per i trasporti”, che prevede la divisione in servizi per il Produttore di Biometano, il Produttore di altri Biocarburanti avanzati, il Soggetto obbligato e gli ulteriori adempimenti in termini di monitoraggio delle emissioni di CO2 nei trasporti.

Redatte ai sensi dell’art. 10, comma 2 del D.M. 2 Marzo 2018, le prescrizioni normano:

  • il quadro normativo e tecnico attualmente vigente (obbligo di immissione in consumo di biocarburanti, qualità e sostenibilità dei biocarburanti, modalità per la misurazione e immissione del biometano nella rete del gas naturale)
  • il rilascio della qualifica e la determinazione e riconoscimento degli incentivi ai Produttori di biometano e altri biocarburanti avanzati;
  • la valorizzazione dei CIC ai Produttori di biometano avanzato e di biocarburanti avanzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment