di Björn Blankespoor

Primo impianto di biogas nel paese del Sol Levante, realizzato da BTS Biogas.
L’impianto della potenza installata di un 370kW elettrici è già in piena produzione ed è stato realizzato nei pressi di Fukuoka, capoluogo della prefettura omonima, sulla costa settentrionale dell’isola giapponese di Kyushu.

Il settore del biogas si conferma sempre più spesso come la soluzione più efficiente, da un punto di vista economico ed ambientale, per rispondere ad esigenze energetiche, ecologiche e strutturali anche in aree colpite da disastri.

Tra i più gravi mai registrati dopo Chernobyl, vi è l’incidente dell’11 marzo 2011, causato a Fukushima in seguito ad uno tsunami provocato da un terremoto con epicentro nell’ oceano. Le onde indussero al blocco delle pompe di raffreddamento, il quale divenuto in seguito insufficiente, innescò tre esplosioni d’aria di idrogeno e rilascio di materiale radioattivo percepito sino ad 80 km di distanza dalla centrale

Anche a Fukushima BTS Biogas ha proposto, per le aree contaminate, una soluzione agro-energetica che potrebbe portare grandi vantaggi in termini di decontaminazione e sostegno delle popolazioni colpite

Questo sarebbe possibile attraverso un ciclo chiuso che prevede:

  1. La produzione di biomasse che durante la loro crescita assorbirebbero le sostanze radioattive;
  2. la generazione e valorizzazione di biogas e syngas tramite le biomasse prodotte;
  3. la gassificazione di tutti i residui per arrivare a raccogliere nelle ceneri gli isotopi radioattivi.  

Questo processo porterebbe a un’accelerazione significativa nella bonifica del territorio e un importante vantaggio economico e strutturale per il rilancio di tutta l’area colpita.

L’impianto di Fukuoka, completamente disegnato, assemblato e commissionato da BTS Biogas, è prevalentemente alimentato da deiezioni suinicole e pula di riso. Si tratta quindi di un tipico impianto di medie dimensioni particolarmente adatto alla realtà agricola giapponese.

Ancora una volta si dimostra l’ottimo livello tecnologico e innovativo raggiunto dall’industria italiana del biogas: l’avanguardia nella ricerca e nel know how è riconosciuta a livello internazionale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment